Cina, la sostenibilità della crescita futura ancorata a robotica e automazione

Robotica, automazione, intelligenza artificiale e big data sono tutte tecnologie in cui la Cina punta a diventare un leader mondiale per sostenere la crescita futura.

Spostare l’economia cinese da un modello guidato dalle esportazioni ad uno guidato maggiormente dal consumo interno e dall’autosufficienza. E’ questa la mission del presidente cinese Xi e, per centrarla, robotica, automazione, intelligenza artificiale e big data sono tutte tecnologie in cui Pechino ha l’ambizione di diventare un leader mondiale.

INVECCHIAMENTO DELLA POPOLAZIONE

“La strategia appare sensata, considerando che il paese si trova ad affrontare un invecchiamento della popolazione e una forza lavoro sempre più costosa, e ci aspettiamo che la probabilità di raggiungere queste ambizioni almeno in parte sia ragionevolmente alta” commenta Angus Muirhead, CFA, Portfolio Manager di Credit Suisse Asset Management che, tuttavia, mette in conto che ci vorrà del tempo e forse anche cambiamenti di carattere normativo e legale per raggiungere tali target. Nel frattempo, il manager ritiene che vi siano enormi opportunità di vendita di sistemi di automazione e robotica in Cina per aumentare la produttività e compensare l’aumento dei costi di manodopera, indipendentemente dal fatto che i robot siano fabbricati in Cina o altrove. D’altra parte Pechino ha raggiunto ormai un livello di leadership mondiale indiscussa.

CINA, DAL 3% AL 30% DELLA PRODUZIONE MONDIALE

Se nel 1990 il paese era praticamente irrilevante per la produzione globale, dal momento che produceva meno del 3% del valore della produzione manifatturiera globale, l’anno scorso è cresciuta fino a rappresentare quasi il 30% della produzione globale. Il 90% di tutti i PC, desktop e laptop, sono fabbricati in Cina, e lo stesso vale per i condizionatori d’aria (circa l’80%) e le celle solari (70% ). E non solo dispositivi elettronici. Anche la produzione di cemento (60%), scarpe (60%), carbone (50%) e allevamenti di maiale (50%) sono made in China. Le dimensioni e l’ampiezza di questa produzione hanno generato grandi cluster di fornitori efficienti e competitivi in tutto il Sud-Est Asiatico.

PECHINO PUNTA SULLA TECNOLOGIA AVANZATA

La Banca Mondiale ha scoperto che la quota di componenti importati all’interno dei prodotti esportati dalla Cina è diminuita dal 60% circa degli anni ’90 ad appena il 35% di oggi. Allo stesso tempo, anche se non allo stesso ritmo, la Cina ha gradualmente eliminato alcune delle parti di valore inferiore della catena di approvvigionamento, consentendo ai paesi con lavoratori più economici di ritagliarsi una quota di mercato mentre Pechino ha beneficiato della massiccia espansione della tecnologia avanzata.

ROBOT, GRANDE POTENZIALE DI CRESCITA

“Sebbene la Cina abbia la più grande base installata di robot industriali, è ancora sottoponderata rispetto ai competitor globali e alle dimensioni della propria forza lavoro manifatturiera” puntualizza Angus Muirhead per il quale l’opportunità per le aziende di vendere in Cina prodotti legati alla robotica e all’automazione sono enormi dal momento che il paese affronta una crescente carenza di manodopera.

APPROFONDIMENTO
Evoluzione dell’automazione: il futuro è iniziato ed è promettente

SISTEMI SEMPRE PIU’ ECONOMICI E UTILI

Con il progredire della tecnologia e della potenza di elaborazione, i sistemi di automazione utilizzati diventeranno più intelligenti, più intuitivi, capaci di ripararsi da soli: in definitiva più utili. Diventeranno anche più economici, e al diminuire del costo dei sistemi robotici, il numero di sistemi in uso nelle fabbriche in Cina e nel resto del mondo probabilmente aumenteranno. In realtà, dal momento che saranno sempre più intelligenti e più versatili, i sistemi robotici saranno probabilmente impiegati su vasta scala, non soltanto nelle fabbriche, ma anche nelle nostre case, negli uffici, negli ospedali e infrastrutture e sistemi di trasporto.

COME PARTECIPARE AL MEGATREND

“L’automazione e l’intelligenza artificiale offrono sempre più soluzioni economicamente vantaggiose per migliorare la qualità della vita, aumentare la produttività ed eseguire compiti pericolosi, insalubri e noiosi. Il Credit Suisse Asset Management ha progettato una strategia per fornire ai clienti un’esposizione ad hoc, il comparto Credit Suisse (Lux) Global Robotics Equity Fund, che consente di partecipare al tema di crescita di lungo termine della robotica e dell’automazione” conclude Angus Muirhead.

**  Il presente articolo è stato redatto da FinanciaLounge. Una parte di contenuti e dati gentilmente concessi da Credit Suisse




FinanciaLounge
4 maggio 2018
Partner
Top