Strategia absolute return, diversificare oltre la coppia azioni-obbligazioni

Bassi rendimenti e alta correlazione con le azioni hanno reso inefficaci i titoli di Stato nei portafogli bilanciati: l’absolute return è un’opzione.

La strategia absolute return è la risposta alla volatilità dei mercati? Prima di rispondere a questa domanda è bene fare un passo indietro per comprendere l’evoluzione dei portafogli di investimento in base agli obiettivi. Fino a qualche anno fa i titoli di Stato, all’interno di un portafoglio bilanciato composto da azioni e obbligazioni, avevano una funzione ben precisa: proteggere il capitale in caso di ribasso del valore dei titoli azionari.

NON ESISTONO PIÙ I TITOLI DI STATO DI UNA VOLTA

Ma questa preziosa caratteristica è stata offuscata da due elementi. Il primo, immediato e di facile lettura, riguarda i rendimenti dei titoli di Stato vicini ai minimi storici. Il secondo, invece, ha a che fare con l’aumento della correlazione tra azioni e obbligazioni, acuita dagli stimoli delle banche centrali. Se queste due tipologie di investimento si muovono nella stessa direzione, qual è la soluzione per diversificare un portafoglio?

SUPERARE IL RECINTO AZIONI-OBBLIGAZIONI

Prima di arrivare all’approccio absolute return, gli investitori si sono resi conto che era giunto il momento di guardare oltre il recinto fatto solo di azioni e obbligazioni. E infatti, come spiega Fabrizio Quirighetti, Co-Head of Multi-Asset di SYZ Asset Management nel focus di maggio, in questa fase bisogna andare alla ricerca di strategie più dinamiche “che utilizzano una vasta gamma di classi di attivi per fornire la diversificazione necessaria” e possono contare, inoltre, su “rigide tecniche di gestione dei rischi per conservare il valore”.

APPROFONDIMENTO
“Crescita, non è un rallentamento ma una stabilizzazione”

ABSOLUTE RETURN SECONDO SYZ

“La nostra strategia Absolute Return (ARI) potrebbe rappresentare la soluzione ideale per gli investitori alla ricerca di un portafoglio multi-asset difensivo – sottolinea Quirighetti -Potrebbe essere utilizzata per sostituire parte dell’allocazione al reddito fisso in caso di timori riguardanti il rischio di tasso d’interesse e di valutazioni obbligazionarie elevate in quanto si tratta sostanzialmente di una strategia obbligazionaria che utilizza in modo tattico le azioni e altre classi di attivi (come le valute) come fonte di diversificazione e rendimento”.

IL RUOLO DELLA FLESSIBILITÀ

La flessibilità è un elemento portante di questa strategia poiché, come spiega Quirighetti, “ha permesso di sovraperformare in mercati sottoposti a notevoli cambiamenti negli anni”. La stessa gestione della componente azionaria della strategia ha avuto un’evoluzione con un incremento, per esempio, dell’allocazione nei paesi emergenti.

APPROFONDIMENTO
Fondi bilanciati, una soluzione evergreen che può essere ritagliata su misura

I PRIMI 15 ANNI E OLTRE

I risultati della strategia absolute return di SYZ AM, creata nel 2003, evidenziano un aumento in termini di valore per 14 anni su 15. Risultati arrivati grazie alla coerenza dell’unico gestore, Fabrizio Quirighetti, ma anche grazie al supporto del gruppo strategie di investimenti di SYZ, composto da altri 15 elementi. Una strategia che, afferma Quirighetti, nei prossimi anni potrebbe offrire rendimenti ancora più solidi.

**  Il presente articolo è stato redatto da FinanciaLounge. Una parte di contenuti e dati gentilmente concessi da SYZ

scyther5 / iStock / Getty Images Plus


FinanciaLounge
7 giugno 2018
Partner
Top