Asset Allocation

L’“asset allocation” è un processo nel quale si definisce come distribuire la ricchezza del portafoglio in termini di classi di attività finanziarie (“asset class”).

Ogni SGR, nel costruire l’asset allocation del proprio fondo, stabilisce il peso della componente azionaria, di quella obbligazionaria e di quella monetaria. La composizione ottimale viene individuata tenendo conto del livello di rischio che si vuole assumere e del conseguente rendimento che si cerca di ottenere. Ad esempio, un portafoglio che presenta un’alta incidenza di titoli azionari sul totale investito, sarà sicuramente più rischioso e avrà un rendimento atteso superiore rispetto a un portafoglio con un’elevata percentuale di strumenti monetari.

La performance
finale di un portafoglio nel lungo termine dipende, secondo studi su
fondi pensione statunitensi, per il 90% dal corretto svolgimento di
questa attività.
Solo il rimanente dipende dal timing (momento in cui i titoli sono comprati o venduti) e dalla scelta dei singoli titoli (stock picking).

Si distinguono due tipi di asset allocation: quella tattica e quella strategica.
L’asset allocation strategica riguarda scelte di investimento di medio-lungo periodo, mentre quella tattica si basa su previsioni di breve periodo e si pone l’obiettivo di modificare temporaneamente l’asset allocation strategica del portafoglio in base alla situazione di mercato del momento. La presenza o meno dell’asset allocation tattica differenzia la gestione attiva da quella passiva.

Pampurini / Borello Università Cattolica del Sacro Cuore
23 marzo 2015
Partner
Top