Gestione attiva e passiva

I fondi comuni e i comparti delle Sicav sono, normalmente, a gestione attiva.
A gestione passiva sono, invece, gli Etf e i prodotti indicizzati che hanno come unico obiettivo quello della replica fedele di un preciso indice di mercato.
I fondi a gestione attiva, al contrario, pur dichiarando un preciso benchmark (cioè un paniere finanziario di riferimento), hanno l’obiettivo di effettuare scelte di portafoglio che si differenzino dagli indici di mercato al fine di aggiungere valore e, quindi, performance.
Per esempio, possono aumentare (o diminuire) il peso di un settore, o anche un singolo titolo, rispetto a quello che assumono nell’indice.
Oppure possono preferire una Borsa piuttosto che un’altra o approfittare del calo di una società quotata per incrementarne la posizione in portafoglio.
Alla base di queste scelte sia strategiche (di lungo periodo) che tattiche (più di breve termine) ci sono la professionalità e le conoscenze del gestore e la ricerca di mercato da parte della casa d’investimento che promuove il fondo.
Se il team di analisti interni alla società di gestione è in grado di selezionare le società con le migliori potenzialità, può fornire questo prezioso input al gestore per tradurlo in scelte di portafoglio aspettandone poi i frutti in termini di extra rendimento

FinanciaLounge
23 marzo 2015
Partner
Top