Piano di accumulo

Con il termine il PAC (piano di accumulo del capitale) si intende una modalità di partecipazione a un fondo comune d’investimento aperto, la quale prevede la sottoscrizione di quote attraverso un numero di versamenti periodici prestabiliti.
La durata dei Piani di Accumulo del Capitale può variare da un minimo di cinque ad un massimo di quindici anni, costituendo quindi per il sottoscrittore del fondo un investimento dilazionato nel tempo. L’investitore stesso sceglie la durata, il numero e la frequenza con la quale avvengono i versamenti, in base alle alternative che vengono scelte dalle Società di Gestione del Risparmio.

Trattandosi di investimenti in fondi comuni aperti, al sottoscrittore è data la possibilità di modificare, interrompere o sospendere il piano senza che questo comporti dei costi aggiuntivi a suo carico. Un investitore che sottoscrive piani di accumulo del capitale, potrebbe trarre vantaggio dai movimenti del mercato, incrementando o diminuendo i versamenti ma solo quando si tratta di un investimento a medio – lungo periodo.

Se il sottoscrittore ad esempio ritenesse che lo scenario del mercato non sia sufficientemente buono, potrebbe anche decidere di interrompere il piano di accumulo in attesa di tempi migliori. Allo stesso modo il sottoscrittore potrebbe decidere di incrementare l’importo del versamento nel caso in cui pensi che si tratti di un discesa dei prezzi solo temporanea; in questo modo avrà l’opportunità di mediare il prezzo di acquisto ed ottenere, con un minor esborso, un maggior numero di quote del patrimonio del fondo, di conseguenza, appena il mercato riprenderà il suo trend rialzista, otterrà dei profitti maggiori.

L’investitore, al termine del PAC, può scegliere tra due alternative: o riscattare il capitale maturato nel tempo o beneficiare di un piano di rimborso programmato, soddisfacendo anche esigenze di natura previdenziale. L’ultima soluzione è solitamente preferita dai risparmiatori ed è praticata da quasi tutte le società di gestione del risparmio.

Pampurini / Borello Università Cattolica del Sacro Cuore
23 marzo 2015
Partner
Top