Stile di gestione

I gestori di fondi comuni e di comparti di Sicav non sono tutti uguali ma evidenziano un loro personale approccio alla gestione del portafoglio.
E’ quello che, in gergo tecnico, viene definito stile di gestione.
Intanto cominciamo col dire che i gestori si dividono tra quelli cosiddetti passivi e gli attivi: i primi sono quelli che hanno come obiettivo quello di replicare un preciso indice di mercato (benchmark) mentre i secondi adottano scelte di portafoglio che devono aggiungere performance rispetto al mercato di riferimento.
Tra i gestori attivi, si distinguono poi quelli che adottano uno stile growth e quelli che optano per il value.
Chi predilige il growth punta sui titoli azionari caratterizzati da alta volatilità e forti potenzialità di apprezzamento anche nel breve periodo: di solito titoli di piccole e medie dimensioni che non pagano dividendi per massimizzare i guadagni di Borsa.
Il gestore value punta sui titoli azionari con carattere di investimento difensivo e con bassa volatilità.
Lo stile di gestione value è quindi più orientato a privilegiare la solidità patrimoniale, la crescita lenta ma costante dei profitti aziendali, la distribuzione di dividendi alti e sostenibili nel tempo, e una variabilità di Borsa tendenzialmente inferiore alla media di mercato

FinanciaLounge
23 marzo 2015
Partner
Top