Anne Laurence Roucher

Investire sostenibile, una scelta sicura e di valore durante la crisi

Gli esperti di Mirova (affiliata di Natixis Im) analizzano le ragioni per cui la pandemia, che ha cambiato profondamente il nostro modo di vivere, ha messo in luce le migliori performance degli investimenti Esg

di Chiara Merico 28 Maggio 2020 - 17:00

Quali sono le implicazioni della pandemia di covid-19 sul mondo degli investimenti, in particolare per quanto riguarda gli investimenti sostenibili? Di questo e di altri temi si è discusso nel corso della tavola rotonda virtuale organizzata da Mirova (affiliata di Natixis Investment Managers) alla quale hanno partecipato Jens Peers, ceo e cio di Mirova US e Anne Laurence Roucher, deputy head di Mirova.

NON POTREMO PIÙ VIVERE COME PRIMA


“Il covid-19 ci ha aperto gli occhi su diversi aspetti della nostra società, costringendoci a prendere atto che non si può più vivere come prima”, ha spiegato Roucher. “Il primo è la globalizzazione: la pandemia ha messo in evidenza i limiti di questo processo. Il secondo aspetto è proprio il modo in cui viviamo su questo pianeta. Non c’è un ‘pianeta B’ e il nostro stile di vita ha un impatto. Infine, la pandemia ha esacerbato le disuguaglianze nella società. I lavoratori a basso reddito impiegati nei settori essenziali sono più esposti al virus, mentre i lavoratori che guadagnano di più lavorano da casa”.

GLI INVESTIMENTI SOSTENIBILI HANNO SOVRAPERFORMATO


Tutto questo, ha sottolineato Roucher, “ha ovviamente un impatto sull’industria dell’asset management, che significa che dovremo assumere una prospettiva di più lungo termine sul modo in cui viviamo. Siamo meno orientati al breve periodo e questo è positivo per l’Esg e per il risparmio gestito in generale”. Dopo la crisi il nostro modo di vivere dovrà cambiare e “l’industria degli investimenti deve fare lo stesso, focalizzandosi maggiormente sulla sostenibilità e sulla protezione dell’ambiente”, ha aggiunto Jens Peers. Per il manager “gli investimenti sostenibili hanno dimostrato di sovraperformare durante la crisi, e in alcuni casi anche prima”.

INVESTIMENTI IN ASSET REALI


Investire sostenibile, ha ricordato Roucher, significa anche andare oltre gli asset quotati. “Noi di Mirova investiamo tipicamente, ad esempio, in asset reali, come progetti infrastrutturali nel settore delle energie rinnovabili o progetti di agricoltura e riforestazione sostenibile. E in questo periodo di crisi questi asset hanno registrato performance molto robuste”.

Investimenti Esg, battere il mercato con un profilo ambientale e sociale migliore


Investimenti Esg, battere il mercato con un profilo ambientale e sociale migliore






I SETTORI PENALIZZATI E QUELLI IN SALUTE


Con riguardo agli asset quotati, Peers ha rilevato che “molti investitori sostenibili non hanno, ad esempio, esposizioni significative sui settori legati alle energie tradizionali, come petrolio, gas e carbone, che hanno tutti sottoperformato. E in tanti hanno evitato, per ragioni legate all’inquinamento ambientale, di investire sull’aviazione o su settori similari come il turismo”, anch’essi colpiti pesantemente dalla crisi. D’altra parte, “molte delle strategie sostenibili hanno importanti esposizioni sull’IT, e la crisi del covid ha accentuato la richiesta di tecnologie come quelle necessarie per lavorare da casa. Inoltre, gli investitori sostenibili puntano da sempre sull’healthcare, un settore che prevedibilmente ha performato molto bene durante la crisi sanitaria”.

LE SOCIETÀ ATTENTE ALLA SOSTENIBILITÀ SI DIMOSTRANO PORTI SICURI


In generale, “indipendentemente dai settori gli investitori sostenibili sono molto attenti alla qualità”, ha spiegato Peers. “Quindi scarsa leva finanziaria, flussi di cassa credibili eccetera: tipicamente le società che non assumono comportamenti irresponsabili, in relazione ai rischi sociali e dell’ambiente, sono altrettanto prudenti con la gestione dei loro bilanci, e per questo si sono dimostrate dei ‘porti sicuri’ durante la crisi”.
Trending