Agroalimentare

I robot preparano la pizza a Parigi: è l’addio ai pizzaioli?

Un giornalista ha pubblicato un video in cui si mostra il processo completamente automatizzato nella preparazione di una pizza

21 Ottobre 2021 - 8:34
financialounge - news
financialounge - news

L’immagine classica del pizzaiolo intento a impastare la massa della pizza e poi metterla nel forno con la mitica pala potrebbe appartenere al passato. Basta andare nel locale parigino chiamato ‘Pazzi’, per osservare quello che potrebbe essere il futuro di una delle professioni più conosciute al mondo, dove il compito di preparare la pizza è svolto completamente da un robot.

PIZZA AUTOMATICA


Un video pubblicato su Facebook dal giornalista Piero Armenti mostra il processo di preparazione della pizza del locale parigino. Le macchine si occupano di tutto il processo, dall’impasto della massa al posizionamento degli ingredienti, dalla cottura fino al taglio della pizza, prima di inserirla nel classico cartone quadrato. Armenti sottolinea come nel locale non ci sia personale umano, mentre le ordinazioni si svolgono tramite schermi appositi, sul modello di alcuni locali del Mc Donald’s. Una volta che il robot ha terminato di preparare la pizza, è possibile ritirarla aprendo uno sportello che si apre dopo aver passato lo scontrino su uno scanner. Il risultato? Secondo Armenti la pizza preparata dal robot è “buona”, “soffice e delicata”, aggiungendo di aver apprezzato lo ‘spettacolo’ della preparazione completamente automatizzata.

“ADDIO PIZZAIOLI”


Il video è stato visto da oltre 9 milioni di persone solo dopo un giorno dalla pubblicazione, ma, ovviamente, ha scatenato una pioggia di commenti, soprattutto a seguito della frase pronunciata da Armenti: “questo è il futuro, addio pizzaioli”. L’indignazione degli utenti ha caratterizzato gli oltre 32 mila commenti al video, nei quali emergeva “tristezza e compassione” nei suoi confronti, in quanto “la pizza è un’arte che si tramanda da più di 200 anni, quindi non una bazzecola”, secondo le parole di un utente. La “pizza si fa con il cuore e le macchine ne sono sprovviste”, rispondeva un altro difensore della categoria dei ‘pizzaioli umani’.

L’ESEMPIO DI ROMA


Quanto accade a Parigi, però, non è il primo esempio di preparazione automatizzata della pizza. Nei mesi scorsi, infatti, anche a Roma era apparsa una macchina automatica che potrebbe sostituire i pizzaioli. Si tratta di una sorta di distributore automatico dal quale esce la pizza appena preparata, anche se, a differenza di Parigi, non è possibile vedere l’intero processo produttivo. Dai commenti delle persone che l’hanno provata, si sottolineano una buona qualità dei prodotti, mentre invece la cottura della massa lascia qualche dubbio.
Trending