Opportunità sostenibili

Perché bisogna conoscere le risorse e le capacità dei provider degli ETF ESG

Invesco fornisce opportunità di proxy voting ed engagement, una maggiore trasparenza e comprensione dei rischi e delle opportunità ESG, promuovendo un cambiamento positivo

di Redazione 8 Novembre 2021 - 10:21
financialounge - news
financialounge - news

Nei primi 8 mesi di quest’anno quasi la metà dei flussi verso gli ETF europei (oltre 50 miliardi di dollari) sono stati indirizzati verso i prodotti ESG. ETF che spaziano dai fondi che comportano semplici esclusioni a quelli che applicano metodologie “best in class” più rigorose, combinando screening positivo e negativo e numerose soluzioni intermedie. Con oltre 250 prodotti ESG attualmente disponibili sul mercato europeo degli ETF, gli investitori possono scegliere tra un ampio numero di prodotti per soddisfare le proprie esigenze.

NON È CHIARO COME SELEZIONARE UN ETF ESG GENUINO


Tuttavia, nonostante il costante processo di sviluppo per gli standard normativi e qualitativi, non è chiaro come selezionare un ETF ESG genuino. Il rischio è che alcuni investitori potrebbero essere inconsapevolmente esposti a società, settori e risultati con cui non vogliono avere a che fare. “Perfino il termine ESG non è universalmente comprensibile, poiché manca una definizione comune in tutto il settore” tengono a precisare gli esperti di Invesco.

IL REGOLAMENTO SFDR


Il Regolamento relativo all’informativa sulla sostenibilità nel settore dei servizi finanziari (SFDR), punta a migliorare la trasparenza definendo nell’articolo 8 i prodotti progettati per promuovere caratteristiche ambientali o sociali utilizzando criteri vincolanti che vanno oltre l’integrazione dei rischi di sostenibilità importanti dal punto di vista finanziario, e sono misurabili. Nell’articolo 9, invece, sono definiti quelli che hanno un obiettivo di investimento sostenibile.

ERRORE DI TRACKING E PUNTEGGIO ESG


“È necessario individuare il personale punto di equilibrio dal momento che gli ETF ESG offrono una gamma di soluzioni potenziali che variano da un basso errore di tracking a un significativo miglioramento del punteggio ESG. In generale, più titoli un ETF esclude dal suo indice originario, tramite uno screening negativo o positivo più severo, maggiore è il potenziale miglioramento del profilo ESG, ma è anche più elevato il livello di errore di tracking” spiegano i manager di Invesco.

LA PRATICA DEL PROXY VOTING


Va inoltre verificato come gli ETF definiscano i risultati ESG, l’intensità degli investimenti ‘sostenibili’, se vi siano esposizioni indesiderate e l’allineamento ai propri obiettivi di investimento delle misure ESG. Va peraltro approfondito se gli ETF in portafoglio promuovano programmi di coinvolgimento con le società e sostengano la pratica del proxy voting, per intervenire nelle questioni da votare nell’assemblea societaria, come l'elezione di amministratori al consiglio, l'approvazione di una fusione o acquisizione e l'approvazione di un piano di compensazione azionaria.

L’ENERGIA SOLARE


Aspetti che spostano i riflettori sulle risorse e sulle capacità dei provider di ETF, inclusi i team dedicati, i processi di proxy voting ed engagement, i track record in termini di ESG e la dimostrazione di un’integrazione ESG misurabile. “La nostra gamma di ETF ESG” riferiscono gli esperti di Invesco “spazia dai fondi ad esclusione sostitutivi del benchmark core a soluzioni tematiche, come il segmento sull’energia solare. I nostri ETF ESG a replica fisica beneficiano delle ampie capacità di ricerca di Invesco nel campo degli investimenti, della pratica del proxy voting e del coinvolgimento aziendale, grazie ai nostri processi di votazione speculare ed engagement cruciali per promuovere un miglioramento continuo”.

IL DIALOGO ATTIVO CON LE AZIENDE


Il dialogo attivo con le aziende, oltre a costituire per Invesco un aspetto fondamentale del processo d’investimento, rappresenta uno dei meccanismi più incisivi per massimizzare i rendimenti, limitare i rischi ed esercitare un impatto positivo sulla società e sull’ambiente. “Tutta la gamma di ETF ESG beneficia inoltre della nostra piattaforma proprietaria brevettata di proxy voting che facilita le decisioni di voto basate sugli investimenti. Uno strumento proprietario teso a incoraggiare la collaborazione e la condivisione delle conoscenze, e a sfruttare numerose fonti di ricerca, consentendo agli investitori di concentrarsi sulla crescita di valore a lungo termine” concludono i manager di Invesco.
Read more:
Trending