Finanza sostenibile

Ecco perché il solare sarà protagonista nella transizione energetica

Il solare si appresta a diventare la fonte di elettricità più economica di sempre e guida il futuro globale dell’energia. Per un posizionamento efficiente Invesco segnala gli ETF specializzati nel settore solare o tematici

di Leo Campagna 18 Novembre 2021 - 6:50
financialounge - news
financialounge - news

In attesa delle conclusioni a cui giungerà a Glasgow la COP26, la Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici del 2021, le principali economie di Stati Uniti, Cina, Europa e Regno Unito, si sono impegnate in seguito all’Accordo di Parigi del 2015 a raggiungere le zero emissioni di carbonio nette entro il 2050 (2060 per la Cina). “I piani per raggiungere questi target sono sviluppati in autonomia da ogni Paese o blocco economico ma in comune hanno tutti un punto: la trasformazione di numerosi settori e ingenti investimenti. E il settore dell’energia è quello più ricco di sfide e di opportunità” tengono a precisare gli esperti di Invesco.

LA FONTE DI ELETTRICITÀ PIÙ ECONOMICA DI SEMPRE


Per prima cosa va detto che nell’ultimo decennio sono calati i costi legati alla produzione di energia da fonti solari ed eoliche al punto che attualmente risultano tra i più bassi del settore energetico. “Si tratta di una svolta netta rispetto al passato, quando occorreva ricorrere a ingenti sovvenzioni pubbliche per rendere l’energia solare ed eolica
un’alternativa appetibile ai combustibili fossili. Oggi il solare si appresta a diventare la fonte di elettricità più economica di sempre” spiegano i manager di Invesco.

ENERGIA FOTOVOLTAICA E TERMICA


Esistono due tipi principali di tecnologia per l’energia solare, quella fotovoltaica e quella termica. “La prima, (spesso abbreviata in FV, solare fotovoltaico), converte la luce solare in elettricità usando la tecnologia della cella fotovoltaica. I pannelli fotovoltaici sono l’esempio più comune di questa tecnologia. Il solare termico, invece, converte la luce del sole in calore, il quale può essere utilizzato per vari scopi come creare vapore per azionare un generatore elettrico. In tutti i casi, nella lotta al surriscaldamento globale, il solare è alla guida della transizione energetica”, sottolineano i professionisti di invesco.

162 GW DI CAPACITÀ ANNUALE AGGIUNTIVA ENTRO IL 2022


Ma quali previsioni si possono fare per il settore dell’energia solare a livello globale? “In base alle stime dell’AIE, l’Agenzia Internazionale dell’Energia, nel biennio 2021-2022, le rinnovabili dovrebbero formare il 90% dell’espansione globale di capacità energetica. In particolare, si stima che il solare fotovoltaico possa aggiungere 162 GW di capacità annuale aggiuntiva entro il 2022, quasi il 50% in più dei livelli pre-pandemia”, riferiscono gli esperti di Invesco. Le prospettive a lungo termine per il settore delle rinnovabili sono altrettanto rosee dal momento che l’energia rinnovabile sarà essenziale per raggiungere l’obiettivo globale delle zero emissioni nette (il cosiddetto “Net Zero”) entro il 2050 come stabilito dall’Accordo di Parigi.

IL COSTANTE CALO DEI COSTI DEL FOTOVOLTAICO


Il costante calo dei costi del fotovoltaico (FV) è il principale fattore alla base dello straordinario tasso di crescita del solare. Oggi, infatti, il solare FV è la più economica fonte di alimentazione delle nuove centrali elettriche in molti Paesi del mondo. “Anche in assenza della crisi climatica, il solare rimarrebbe comunque più conveniente dei combustibili fossili. Anche l’idea che il settore solare non possa sopravvivere senza le sovvenzioni pubbliche è obsoleta. In tutto il mondo, e soprattutto in Europa, si stanno costruendo centrali solari economicamente convenienti senza nessun aiuto pubblico” puntualizzano i manager di Invesco.

GLI ETF SPECIALIZZATI NEL SETTORE SOLARE O TEMATICI


Non sorprende che banche, investitori e fornitori di servizi di pubblica utilità siano disposti a impiegare ingenti di capitale nel settore dell’energia solare che si pone alla guida del futuro globale dell’energia. Dal punto di vista degli investitori, l’esposizione alle opportunità legate al solare presentano varie opzioni. Spaziano dalle aziende operanti nel settore dell’energia solare alle obbligazioni sulle energie rinnovabili fino ai fondi comuni e agli ETF specializzati nel settore solare o tematici: questi ultimi, in particolare, consentono un posizionamento efficiente a costi competitivi anche per capitali non elevati.
Trending