Rischio aumento dei prezzi

GAM: ecco i settori da preferire per limitare l’inflazione

Ci si può proteggere dai rischi connessi a nuove ondate pandemiche e all'aumento dei prezzi, puntando sulle asset class difensive e sull'azionario che continua ad essere preferito rispetto all'obbligazionario

di Leo Campagna 19 Novembre 2021 - 13:56
financialounge - news
financialounge - news

Nelle ultime settimane i media hanno riportato in prima pagina la nuova ondata di contagi da Covid-19 in Europa. Una situazione che ha riacceso l’allarme in Austria, Olanda e, soprattutto, in Germania, dove Angela Merkel ha definito la “situazione drammatica” dopo che negli ultimi giorni il numero di contagi giornalieri ha oltrepassato la soglia dei 50 mila. Una tendenza registrata anche in Italia, sebbene i numeri abbiano per il momento un diverso ordine di grandezza, e negli Stati Uniti, con contagi nuovamente in aumento.

LE POSSIBILI CONSEGUENZE SU ECONOMIA E INVESTIMENTI


“Vale la pena approfondire l’argomento, per cercare di comprendere se sia plausibile supporre che l’attuale ondata porti a nuove restrizioni e per delineare le possibili conseguenze su economia e investimenti” commenta Antonio Anniballe, gestore del team Multi Asset Italia di GAM (Italia) SGR nel suo ultimo commento "La Musa dei Mercati". Elementi utili al tentativo di prevedere la traiettoria dell’evoluzione di questa nuova ondata di contagi l’offrono gli andamenti nel Regno Unito e in Israele.

GLI ESEMPI NEL REGNO UNITO E IN ISRAELE


“Grazie ai vaccini il quadro complessivo nel Regno Unito è decisamente meno allarmante rispetto allo scorso inverno. In termini numerici questa nuova ondata è paragonabile a quella osservata 12 mesi fa ma i ricoveri sono inferiori dell’85% al picco di fine 2020 e i letti occupati da pazienti Covid sono solo il 5% del totale, nonostante quattro mesi di dati al di sopra dei 30.000 contagi giornalieri. In Israele, dove il 40% della popolazione ha ricevuto la terza dose di vaccino, gli ultimi dati indicano poche decine di casi al giorno dopo una recrudescenza autunnale che aveva allarmato” riferisce Anniballe.

LA GUARDIA DEVE RESTARE ALTA


Questo virus è insidioso e la guardia deve restare alta, soprattutto in relazione a variabili in via di definizione (durata efficacia vaccini, velocità e tasso somministrazione terze dosi, etc.). “Tuttavia, tenendo anche conto che con il nuovo anno arriveranno i primi farmaci che, se assunti a inizio contagio, sarebbero in grado di evitare le conseguenze più serie del virus, riteniamo che decisioni di lockdown siano altamente improbabili o potrebbero essere limitate localmente” fa sapere il manager di GAM Investments.

PRESSIONE SUI PREZZI


Anniballe non immagina effetti dirompenti sull’economia, se non per periodi limitati e senza far deragliare il recupero in atto. Tuttavia, non esclude che alcuni degli effetti osservati sulle nostre abitudini e sull’economia, possano prolungare i propri effetti. In particolare, i problemi dal lato dell’offerta causati dal fatto che la pandemia rende il mondo meno efficiente dal punto di vista di produzione e logistica. “Pertanto, per quanto il rallentamento economico in atto attenui in parte la domanda, non si può escludere che alcune difficoltà di approvvigionamento possano proseguire, continuando ad esercitare pressione sui prezzi” puntualizza il manager.

I SETTORI CORRELATI POSITIVAMENTE ALL’INFLAZIONE


Anniballe non si aspetta nemmeno effetti pronunciati sui consumi, anche in presenza di inflazione persistente, alla luce del graduale recupero del mercato del lavoro, sia in Europa che negli USA. “L’attuale contesto, con tassi reali negativi, poche alternative d’investimento e utili in sostanziale tenuta, continua quindi ad essere di supporto all’azionario. A questi livelli di valutazione, tuttavia, non si può escludere una possibile correzione. Più in generale, dovrebbero risultare avvantaggiati i settori correlati positivamente all’inflazione, le società con potere di determinazione del prezzo e i cui conti non siano troppo dipendenti da costi del lavoro in crescita” conclude il gestore del team Multi Asset Italia di GAM (Italia) SGR.
Trending