La view

Vontobel: ”Per le obbligazioni societarie si prospetta un interessante 2022”

Mondher Bettaieb-Loriot (Vontobel) sposa la tesi dell’inflazione transitoria e vede flussi cedolari stabili nel 2022, volatilità moderata degli spread e rendimenti totali positivi per i corporate bond dei mercati sviluppati

di Leo Campagna 3 Dicembre 2021 - 14:28
financialounge - news
financialounge - news

Nessun grave rallentamento globale e nemmeno un persistente superamento dei livelli di inflazione. È quanto ritiene probabile Mondher Bettaieb-Loriot, Head of Corporate Bonds di Vontobel, secondo il quale si sta delineando un ambiente favorevole per le obbligazioni societarie dei mercati sviluppati per realizzare un carry (flusso cedolare) stabile nel 2022, con una volatilità moderata degli spread e rendimenti totali positivi.

LA TESI DELL’INFLAZIONE TRANSITORIA


Il manager continua a sposare la tesi dell'inflazione transitoria che rappresenta la base per la sua previsione di sostegno alle obbligazioni societarie dei mercati sviluppati. Bettaieb-Loriot si dice convinto che il ritracciamento del carovita partirà dall’Asia e dovrebbe portare le banche centrali più importanti (Federal Reserve BCE e Banca del Giappone) a continuare a essere pazienti quando si tratterà di alzare i tassi, poiché continuano a credere che la natura del picco di inflazione sia temporanea.

I COLLI DI BOTTIGLIA NELLA SUPPLY CHAIN


“Le riaperture dell’economie e la riorganizzazione delle filiere di rifornimento internazionale comporterà una diminuzione degli ordini in Asia contribuendo a ridurre i colli di bottiglia nella supply chain industriale molto probabilmente verso il secondo trimestre del 2022”, spiega il manager. Un trend che frenerà le pressioni sui prezzi, raffreddando l'inflazione e le aspettative dei prezzi al consumo negli Stati Uniti e in Europa: per esempio Goldman Sachs prevede che l'inflazione di base negli Stati Uniti sia su una traiettoria in forte calo, raggiungendo circa il 2% entro dicembre 2022.

UN TAPER LITE


“Consideriamo il tapering (riduzione dei flussi di acquisto di asset sul mercato) da parte della Fed come un "taper lite" dal momento che i reinvestimenti dovrebbero rimanere molto sostenuti per un tempo molto lungo. Inoltre prevediamo una riduzione del deficit di bilancio degli Stati Uniti nel 2022, con conseguente minor fabbisogno di nuove ingenti emissioni di Treasury”, riferisce il manager di Vontobel. A questo proposito, Wells Fargo indica che già a partire da questo mese, l'emissione di Treasury dovrebbe diminuire di ben 5-6 miliardi di dollari al mese in media per durare almeno fino alla fine del 2022, rendendo l'annuncio del taper dei Treasury USA di questo mese meno critico.

BCE, OBBLIGAZIONI SOCIETARIE PIÙ GREEN


Per quanto riguarda la politica monetaria europea, è possibile che la fine al programma di acquisto di emergenza pandemico (o PEPP) possa essere fissata per il prossimo marzo. È tuttavia probabile che la BCE annunci di voler inserire il vecchio PEPP in un nuovo programma di acquisto di asset (APP). “Questo nuovo programma sarà probabilmente flessibile e migliorato, per includere acquisti aziendali. Una soluzione che dovrebbe permettere alla BCE di fare tutto il necessario per assicurare che gli spread periferici rimangano in un range definito. Il nuovo programma, in concomitanza dell'imminente pensionamento del presidente della Bundesbank Jens Weidmann dovrebbe rappresentare un segnale dovish per i mercati obbligazionari dell'area europea, con l'opportunità per la BCE di far crescere anche un portafoglio di obbligazioni societarie più green” sottolinea Bettaieb-Loriot.

FOCUS SU AT1 BANCARI ED EMISSIONI SUBORDINATE ASSICURATIVE


Entrando più nello specifico, il manager di Vontobel ritiene che l'offerta di obbligazioni societarie dei mercati sviluppati nel 2022 possa ancora una volta rivelarsi favorevole, soprattutto per quanto riguarda gli Additional Tier 1(AT1) bancari e le emissioni subordinate assicurative. “Dal momento che la ripresa continua e che i tassi di default dovrebbero rimanere limitati (la previsione globale parla dell'1,9%), le obbligazioni ibride industriali fondamentalmente solide e i nomi BB dovrebbero registrare una buona performance” conclude l’Head of Corporate Bonds di Vontobel.
Trending