Anche più del contante

Criptovalute e Nft sono il regalo più desiderato a Natale

I token non fungibili e il denaro digitale sono tra i regali finanziari non convenzionali più ambiti da mettere sotto l’albero. Ecco una guida su cosa scegliere

di Fabrizio Arnhold 9 Dicembre 2021 - 10:25
financialounge - news
financialounge - news

Tra i tanti acronimi che nascono sui social e invadono internet, sarà meglio imparare il significato di Nft, ossia “Non Fungible Token”. Sono una sorta di rappresentazione in formato digitale di realtà fisiche o virtuali la cui proprietà esclusiva del compratore è garantita dalla blockchain. Sì la stessa del Bitcoin, ma qui non riguarda esclusivamente la criptovaluta. La fortuna degli Nft è cresciuta in maniera esponenziale nel mercato dell’arte, dove l’unicità è un valore aggiunto. E stanno diventando un’idea regalo sempre più gettonata da mettere - digitalmente sia chiaro - sotto l’albero di Natale.

IL SUPERAMENTO DEI CONTANTI


I contanti contenuti in buste natalizie o sistemati all’interno di card omaggio da spendere in qualche negozio fisico sembrano ormai roba del passato. Almeno secondo quello che si legge sul The Wall Street Journal, che mette insieme una sorta di guida per i regali finanziari non convenzionali da fare in questo Natale 2021. Certo, il regalo non è per tutti perché chi lo riceve dovrà avere, necessariamente, un portafoglio digitale su cui farsi “accreditare” il pensiero digital.

REGALARE CRITPOVALUTE


Per iniziare, si può pensare di regalare a qualcuno un pacchetto di criptovalute. Le possibilità non mancano: Coinbase, ad esempio, offre l'opzione di condividere criptovalute con amici da invitare nella propria rete. Occhio al prezzo: il Bitcoin vale circa 43mila euro, meno caro l’Ethereum  (3.800 euro). Quasi tutte le piattaforme, comunque, consentono di regalare anche porzioni di criptovaluta, donando così l’importo desiderato.

TUTTI PAZZI PER GLI NFT


Degli Nft abbiamo già detto che sono una sorta di “garanzia” di autenticità. E proprio questo è il valore del Non Fungible Token: l’impossibilità di riprodurre il file è ciò che rende unica un’opera d’arte digitale, con il mercato di riferimento in netta crescita. Giusto per fare un esempio, un’opera dell’artista americano Beeple è stata venduta per 69 milioni di dollari, battuta all’asta da Christie’s.

GLI NFT PREFERITI DAI MILLENNIALS


Secondo i dati della casa di aste, il 58% degli offerenti appartiene alla generazione dei millennial (25-40 anni), il 33% alla generazione X (41-56 anni) e il 6% alla generazione Z (dai 24 anni in su). Indicazioni da tenere presente in caso di regalo: se state pensando di farlo a un boomer (57-75 anni) lasciate perdere, solo il 3% ha dimostrato interesse per gli Nft.

MEMESTOCK E CUBI DI TUNGSTENO


Dopo la fiammata di inizio anno, le azioni di GameStop sono scese per poi salire di nuovo. Il fenomeno dello short squeeze è ormai cosa nota e regalare per Natale una scommessa sulle memestock potrebbe essere un’idea da considerare per qualcuno. Tra quelle più originali, per concludere la carrellata di questa “guida ai regali finanziari non convenzionali”, c’è spazio anche per il cubo di tungsteno. In questo caso niente di virtuale, si tratta di un piccolo cubo grigio di metallo, che si può toccare, molto pesante in confronto alle dimensioni e apprezzato dagli amanti delle valute digitali. Attenzione a regalarlo a un profano dell’universo cripto perché potrebbe non capirne il senso. Resta comunque un bellissimo oggetto decorativo da piazzare sulla scrivania.
Trending