Titoli di Stato

Torna a salire il rendimento dei Btp

Il Tesoro assegna in asta 3,5 miliardi di Btp triennali con il tasso di interesse che sale di 24 centesimi e torna positivo a 0,14%. Collocati anche altri 3,5 miliardi di Btp a 7 anni, con rendimento allo 0,89%, in rialzo di 29 centesimi

di Fabrizio Arnhold 13 Gennaio 2022 - 12:01
financialounge - news
financialounge - news

Buona domanda e rendimenti in salita per i Btp assegnati in asta dal Tesoro. Si tratta, nello specifico, della terza tranche del Btp a 3 anni scadenza 15 dicembre 2024 per 3,5 miliardi di euro, a fronte di una domanda pari a 4,844 miliardi. Sale il rendimento di 24 centesimi, tornando in positivo per la prima volta dal 2020, raggiungendo lo 0,14%.

COLLOCATI ANCHE BTP A 7 ANNI


Il Tesoro ha collocato anche la terza tranche del Btp a 7 anni scadenza 15 febbraio 2029, per un importo sempre pari a 3,5 miliardi di euro e a fronte di una domanda che ha superato i 5,8 miliardi di euro. Il rendimento si è attestato allo 0,89%, in rialzo di 29 centesimi sull’asta del mese scorso.

BORSE CAUTE


La giornata sulle Borse europee prosegue all’insegna della cautela. A Milano il Ftse Mib, a metà seduta segna +0,21%, sulla parità il Dax di Francoforte e in verde l’Ibex 35 di Madrid (+0,38%), mentre sono in ribasso il Ftse 100 di Londra (-0,08%) e il Cac 40 di Parigi (-0,53%).

MERCATO NERVOSO PER L’INFLAZIONE


I rendimenti obbligazionari sono in rialzo, con gli investitori che restano preoccupati per gli effetti dell’inflazione che ieri ha toccato un nuovo record negli Stati Uniti, con un aumento del 7% su base annua, valore più alto dal 1982. Nell’asta di oggi del Tesoro, la terza tranche del Btp 15 dicembre 2024, con un tasso lordo dello 0,14%, ha superato per la prima volta quota zero da settembre 2020, toccando il massimo da luglio dello stesso anno.
Trending