Investimenti ESG, il testimone sta per passare dalle azioni alle obbligazioni

Dopo 14 anni l’approccio ESG scopre le obbligazioni al centro degli investimenti sostenibili. Focus su sostenibilità e questioni di governance: l’analisi di PIMCO.

Sono passati 14 anni dal 2004, cioè da quando il Global Compact delle Nazioni Unite ha lanciato il suo concetto di investimenti ESG (ambientali, sociali e di governance aziendale). Da allora, gli investitori internazionali (e più in particolare le società di gestione patrimoniale) si sono concentrati su come cercare di influenzare il comportamento delle società in relazione ai problemi di sostenibilità. Finora, tuttavia, i riflettori sono stati puntati prevalentemente sulle azioni.

APPROCCI ESG INCLINATI VERSO LE AZIONI

Le ragioni di questa preferenza verso le azioni rispetto ad altre asset clss, comprendono diversi aspetti: da uno spettro più ampio di ricerca ESG in ambito azionario ai numerosi benchmark e indici ESG. “Riteniamo che questo scenario stia per cambiare, inaugurando una possibile ‘New Normal ESG’ con il reddito fisso al centro dell’universo degli investimenti sostenibili che potrebbe eventualmente espandere i prestiti ESG da miliardi di dollari all’anno ai migliaia di miliardi necessari per salvaguardare un paese o l’affidabilità creditizia della società a lungo termine” fanno sapere Mike Amey, Head of ESG Strategies, e Gavin Power, Chief of Sustainable Development and International Affairs  di PIMCO.

OBBLIGAZIONI ESG: MENO RISCHIO DI CREDITO

I due esperti segnalano il crescente fenomeno in base al quale sempre più investitori si stanno persuadendo che le emissioni ESG possono presentare un rischio di credito meno rilevante, in relazione sia al debito societario che al debito sovrano. Sicuramente, l’integrazione di PIMCO dell’analisi del credito ESG nell’intero universo di investimento riflette la comprensione che gli investitori, come qualsiasi creditore, non possono ignorare le questioni di sostenibilità e governance, le quali possono influire sulla capacità del mutuatario di rimborsare il proprio debito.

High yield USA, perché i titoli BB ora sono la prima scelta nel segmento

High yield USA, perché i titoli BB ora sono la prima scelta nel segmento

IL PENSARE AL LUNGO TERMINE DI PIMCO

“Inoltre, il pensare al lungo termine è una caratteristica fondamentale dell’approccio ESG ed è ben allineato con gli investitori obbligazionari, in particolare per noi di PIMCO, dove la pietra angolare del nostro processo di investimento consiste nell’identificare rischi e opportunità nei mercati in un periodo da tre a cinque anni” puntualizzano Mike Amey e Gavin Power.

VANTAGGI COMPETITIVI E DI REPUTAZIONE

Le aziende che gestiscono efficacemente i rischi di sostenibilità e di governance possono essere posizionate per realizzare una serie di vantaggi competitivi, tra cui l’efficienza in termini di risorse e costi, guadagni di produttività, nuove entrate e opportunità di prodotto, e una migliore reputazione. Come osserva Breckinridge Capital Advisors, “Una società con attività che si basano su risorse naturali è in una posizione migliore per salvaguardare la propria reputazione, ridurre i costi futuri ed evitare un downgrade del rating rimanendo impegnata a proteggere l’ambiente sia in termini di intenzioni che di fatti”.

AUMENTA L’EMISSIONE DI GREEN BOND

In secondo luogo, sia sul versante dell’innovazione di prodotto che sul lato dell’offerta, l’ESG a reddito fisso sta accelerando: numerosi fondi obbligazionari ESG sono stati lanciati, o sono in corso di approvazione, da istituzioni e case d’investimento. Secondo Bloomberg, soltanto nell’ambito dei green bond, l’offerta dovrebbe aumentare di oltre il 60% quest’anno portandosi a 250 miliardi di dollari, superando i 155 miliardi del 2017.

La prossima recessione sarà meno profonda, ma più lunga e rischiosa

La prossima recessione sarà meno profonda, ma più lunga e rischiosa

GLI OBIETTIVI DI SVILUPPO SOSTENIBILE DELL’ONU

Naturalmente, queste incoraggianti stime di crescita devono comunque essere messe in relazione alle dimensioni del mercato obbligazionario totale mondiale che conta qualcosa come quasi 100 mila miliardi di dollari. In terzo luogo, e strettamente correlato al punto precedente, gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’ONU (U.N. Sustainable Development Goals, SDGs) rappresentano uno stimolo importante e costituiscono un quadro ESG globale che può guidare gli investimenti verso una combinazione vincente di performance e impatto sociale positivo.

**  Il presente articolo è stato redatto da FinanciaLounge. Una parte di contenuti e dati gentilmente concessi da Pimco

PeopleImages / DigitalVision / Getty Images


FinanciaLounge
6 luglio 2018
Partner
Top