Futuro prossimo

Come capitalizzare la leadership del solare nella decarbonizzazione delle economie

Per gli investitori che cercano un’esposizione alle opportunità legate al solare oggi esistono molteplici opzioni. In particolare, secondo Invesco, gli economici ed efficienti ETF del settore solare o tematici

di Leo Campagna 25 Novembre 2021 - 7:30
financialounge - news
financialounge - news

Nell’articolo Ecco perché il solare sarà protagonista nella transizione energetica gli esperti di Invesco hanno spiegato perché le prospettive a lungo termine per il settore delle rinnovabili sono rosee e perché il solare si candida alla guida nella transizione energetica per contrastare il cambiamento climatico. In questo articolo, invece, il focus sarà sul fotovoltaico, che è diventato più conveniente, e su come gli investitori possono cogliere le molteplici opportunità che si intravedono all’orizzonte.

ALLA GUIDA DEL FUTURO GLOBALE DELL’ENERGIA


“Le banche, gli investitori e i fornitori di servizi di pubblica utilità sono sempre più disposti a immettere ingenti quantità di capitale nel settore dell’energia solare perché il suo basso costo la pone alla guida del futuro globale dell’energia. Le centrali solari su scala industriale sono infatti più economiche delle centrali alimentate da combustibili fossili e nucleari”, riferiscono i manager di Invesco.

IL RAPPORTO LEVELIZED COST OF ENERGY ANALYSIS


Il recente rapporto “Levelized Cost of Energy Analysis (14.0)”, redatto dalla banca di investimento Lazard e molto seguito tra gli addetti ai lavori, ha evidenziato che il costo attualizzato del solare su scala industriale non sovvenzionato è crollato a un punto medio di 36,5 dollari per megawatt-ora, registrando un calo dell’85% dal 2010. In parallelo, il costo attualizzato dell’energia solare è sceso in media dell’11% all’anno negli ultimi cinque anni (2016-2020). Ma perché i costi dell’energia solare sono in costante diminuzione?

IL SOLARE FOTOVOLTAICO È UN PRODOTTO AD ALTA TECNOLOGIA


“Il solare fotovoltaico è un prodotto ad alta tecnologia che, grazie ai continui miglioramenti nell’innovazione, ottimizza l’efficienza delle celle fotovoltaiche nel convertire la luce solare in elettricità facendo scendere i costi di produzione” specificano i professionisti di Invesco. Entrando più nel dettaglio, l’efficienza delle celle solari ha registrato un’accelerazione sulla scia dell’innovativa tecnologia PERC (acronimo di Passivated Emitter and Rear Cell),che ha consentito lo sviluppo di pannelli solari bifacciali, in grado di assorbire la luce da entrambi i lati del pannello aumentando così la resa elettrica del modulo.

RIVESTIMENTI ANTI-SOILING


L’efficienza dell’energia solare è potenziata ulteriormente dall’uso di inseguitori, sofisticati dispositivi che fanno ruotare i pannelli solari su un’asse a seconda dei movimenti del sole nel cielo. Anche i costi di manutenzione per le centrali solari continuano ad evidenziare un calo strutturale grazie all’uso di rivestimenti “anti-soiling” per l’eliminazione di polvere e sporcizia, oltre all’uso di robot per la pulizia periodica dei pannelli, e di droni e software sofisticati per il monitoraggio delle prestazioni della centrale solare.

RIDUZIONE SOSTANZIALE DEL COSTO DEL POLISILICIO


La spesa delle celle e dei moduli solari è migliorata grazie alla riduzione sostanziale del costo del polisilicio, il materiale di base impiegato nella costruzione delle celle solari. Infine, anche i costi dei sistemi di immagazzinamento dell’energia solare (Solar-plus-storage) sono in calo: secondo Bloomberg New Energy Finance il costo dei sistemi di immagazzinamento su scala industriale con batterie agli ioni di litio è crollato di quasi il 90% dal 2010 e scenderà di un altro 27% entro il 2023.

WORLD ENERGY OUTLOOK


Sulla scia anche della poderosa spinta, in termini di investimenti, da parte delle principali economie mondiali, il solare è proiettato ad assumere un ruolo centrale nella transizione energetica per il contrasto al cambiamento climatico grazie alla flessibilità, alla sua rapidità di impiego e all’abbassamento dei costi. “Nel suo recente report ‘World Energy Outlook’, l’Agenzia Internazionale dell’Energia (AIE) ha affermato che il solare fotovoltaico è destinato a diventare il “nuovo re della produzione energetica e sembra pronto a una massiccia espansione”, sottolineano gli esperti di Invesco. Il settore solare ha peraltro già dimostrato di poter sostenere una crescita molto rapida: secondo i dati Bloomberg New Energy Finance nel quinquennio antecedente il 2020, il fotovoltaico ha registrato un tasso composto di crescita annuo del 21%.

GLI ETF DEL SETTORE SOLARE O TEMATICI


Oggi per gli investitori che cercano un’esposizione alle opportunità legate al solare esistono molteplici opzioni. “Dall’installazione di pannelli solari propri (o lo sviluppo di specifici progetti di energia solare) alle obbligazioni emesse per finanziare i progetti dedicati alla produzione di energia solare. Dalle singole società operanti nel settore dell’energia solare ai fondi comuni del settore solare o tematici. E, soprattutto, gli ETF del settore solare o tematici che consentono un posizionamento efficiente a costi competitivi anche con l’impiego di modesti capitali” concludono i manager di Invesco.
Trending